Salta al contenuto principale Passa a piè di pagina

Rapporto “Flexpansion 2021”: il Flex Office offrirà più scelta in termini di posizione e specifiche

CS_Flex_Hero

Gli operatori ridefiniscono gli spazi Flex Office per intercettare la domanda dei conduttori nel post pandemia.

 

Secondo l’analisi condotta da Colliers nell’ultimo rapporto “Flexpansion 2021”, su 36 mercati dell'area Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) i conduttori assisteranno a un incremento delle location degli spazi flessibili a uso ufficio e al miglioramento delle relative specifiche.

Scarica il rapporto "Flexpansion 2021"

“A fronte della crescente domanda di spazi di lavoro flessibili da parte dei conduttori, un numero maggiore di operatori punta a conquistare quote di mercato ridefinendo la propria offerta con concept migliorati e prodotti di qualità superiore, un processo che si tradurrà in una maggiore scelta e flessibilità per i conduttori” ha sottolineato Tom Sleigh, Head of Flexible Workplace Consulting, EMEA Occupier Services, di Colliers. “A sua volta, lo sviluppo di una quantità maggiore di prodotti metterà probabilmente a disposizione strutture migliori, in quanto coloro che offrono spazi di lavoro flessibili stanno differenziando i loro asset per attirare i conduttori”.

Molte organizzazioni stanno adottando in via permanente una politica di lavoro agile e alcune aziende stanno rinunciando completamente agli spazi ad uso ufficio tradizionali. In risposta a questo fenomeno, si osserva un incremento dell’attuale numero di operatori di spazi di lavoro flessibili, con 43 nuovi operatori che si inseriscono nel mercato EMEA. I player di grandi dimensioni dominano di fatto il mercato, ma l’arrivo dei nuovi operatori, unito alla costante razionalizzazione degli spazi, ha portato a un ribilanciamento.

Accanto all’incremento degli operatori, si registra inoltre una crescita sostanziale dei concept realizzati dai proprietari. “In tutta la regione dal 2020 sono stati aperti 33 nuovi siti, di cui 19 lo scorso anno, per un totale di oltre 90.000 metri quadri” ha aggiunto Tom Sleigh. “Questo è in parte riconducibile alla pandemia, in quanto i proprietari si sono resi conto di dovere ridefinire la loro offerta Office”. Nel Regno Unito si assiste a un incremento delle partnership tra proprietari e operatori, poiché gli investitori cercano di avere un'esposizione diretta al settore e di rivalorizzare le strutture presenti tra i loro asset”. Gli operatori TOG, X+Why, Fora e Orega hanno tutti annunciato una partnership negli ultimi 12 mesi.

La domanda per acquisire spazi nei CBD (Central Business District) da parte degli operatori di spazi di lavoro flessibili rimane elevata, ma siccome la forza lavoro risulta maggiormente distribuita in virtù del fatto che molte organizzazioni hanno adottato l’approccio di “lavorare da qualsiasi posto”, la domanda di spazi flessibili decentralizzati si è incrementata. Un totale di 256.000 mq sono stati aperti in posizioni situate all’interno e alla periferia delle città, superando di poco i 252.000 mq aperti all’interno dei CBD.

Nel commentare questi dati, Tom Sleigh ha spiegato: “Nei prossimi anni mi aspetterei un’ulteriore crescita al di fuori dei CBD, in quanto gli operatori risponderanno alla domanda dei conduttori. Le posizioni all’interno e alla periferia delle città rappresentano una quota complessiva della pipeline degli impegni pari al 58%. Questo trend non interesserà solamente la posizione degli spazi, dove assisteremo a una decentralizzazione: si sta delineando anche una ridistribuzione del potere dei player con un calo degli spazi della pipeline assegnati al duo IWG/WeWork attestatisi al 16,2% alla fine dello scorso anno rispetto alla quota della pipeline del 66% che detenevano nel primo semestre 2019”.

In termini di mercato la decentralizzazione più marcata è stata registrata lo scorso anno a Barcellona, Colonia, Varsavia e Monaco. Al contrario, Londra, Amsterdam e Copenaghen hanno reso la propria offerta di spazi più centralizzata.

Nonostante l’incremento del numero di player presenti sul mercato degli spazi di lavoro flessibili, l’attività rimane debole con solo il 2,1% dello stock Office disponibile. Una percentuale bassa, riconducibile alla continua razionalizzazione da parte di alcuni operatori, responsabili della chiusura del 30% degli spazi, nonché alla cessata attività nel 2021 da parte di altri piccoli operatori, generalmente con un'unica location.

Principali risultati relativi ai mercati:

  • La razionalizzazione di WeWork ha portato a chiusure a Varsavia, Oslo e Madrid
  • IWG ha potenziato il proprio brand “Spaces” nel CBD di Riyadh e nella periferia di Varsavia
  • Immofinanz ha inaugurato 900 mq all’interno del “Warsaw Spire” nel centro di Varsavia 
  • Ghelamco ha aggiunto 684 mq nel CBD della capitale polacca, precisamente in via Rondo Daszynskiego 1
  • L’operatore ceco Office unlimited ha aperto un quarto centro all’interno di “Prague 5”
  • Brainhouse 247 ha aperto un nuovo sito a Eschborn, alle porte di Francoforte
  • The Office Group è entrato nel mercato di Amburgo con un’apertura nel centro cittadino, in via Schopenstehl 13. Dopo la fusione con Fora, i due operatori saranno presenti in 72 location
  • 17 nuovi siti sono stati aperti a Parigi per un totale di 55.000 mq
  • L’investitore istituzionale IPUT ha lanciato il suo nuovo Flex concept chiamato “Making It Work” e prevede di incrementare del 5% il suo portafoglio Office di circa 223 mila mq a Dublino
  • Nel Regno Unito Currys ha annunciato la sua svolta completamente Flex e ha firmato per circa 50 siti del portafoglio di WeWork

 

Contatti per la stampa:

Barabino & Partners
Federico Vercellino
f.vercellino@barabino.it
Cell: +39 331/574.51.71


Related Experts

Simone Roberti

Head of Research

Milan

Simone, as Head of Research in Italy, analyses the Italian real estate market in order to support the different business lines. The aim is to support the clients' choices in their investment and disposal decisions through data, analysis and forecasts.

Moreover, various market reports are realised on the different products, asset classes and locations, also in collaboration with the other Colliers research departments.

Finally, Simone is a member of the “Performance Measurement & Benchmarking” INREV Committee since January 2016.

Scopri l'esperto

Dario Marullo

Head of Office Agency

Milan

- Commercialisation of the properties to find end-users and tenants.

- Reporting and monitoring the commercialisation activities.

- Scouting on the key clients and negotiation the lease contracts.

- Planning an adequate marketing strategy.

Scopri l'esperto