Salta al contenuto principale Passa a piè di pagina

Crescita in tutti i mercati immobiliari EMEA nel terzo trimestre

CM snapshot Q3 sm assets  hero image

La crescita osservata nel secondo trimestre continua anche nel terzo trimestre, con i volumi di investimento nei principali mercati che dovrebbero riprendersi ulteriormente.

 

Londra, 20 ottobre 2021 – Gli investimenti nel real estate europeo ha continuato a prendere slancio nel terzo trimestre con il ritorno di big-ticket deal nei principali mercati della zona, secondo quanto riportato nell’ultimo market snapshot per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa (EMEA) rilasciato da Colliers International (NASDAQ: CIGI; TSX: CIGI), leader globale nei servizi commerciali di real estate e nella gestione degli investimenti.

Scarica il Colliers EMEA Market Snapshot

Importanti città come Londra, Milano, Parigi e Francoforte hanno visto rilevanti single-asset deal nel trimestre luglio-settembre, dal momento che la fiducia degli investitori si è ripresa ulteriormente dopo un avvio lento dell’anno. I prime office asset situati nei centri dei capitali nazionali sono rimasti il principale interesse degli investitori che cercano valore e sicurezza.

“La diffusione delle vaccinazioni in Europa ha sbloccato i viaggi internazionali e permesso a più acquirenti di esaminare fisicamente potenziali acquisizioni,” afferma Luke Dawson, Direttore Generale, EMEA Cross-Border Capital Markets. “Questo ha giocato un ruolo importante nel migliorare i livelli di fiducia e nell’incoraggiare gli investitori ad agire sulle opportunità emergenti nelle asset class.”

Gli asset di logistica restano un’area chiave su cui concentrarsi, tra la crescita continua nell’e-commerce e i limiti della supply chain evidenziati dalla pandemia. Mentre gli investitori restano cauti sull’hard-hit retail e sulle proprietà alberghiere, l’attività sta cominciando a crescere in questi settori in mercati come la Spagna. Questo miglioramento può essere attribuito agli investitori che stanno comprendendo che, col ritorno di turisti e viaggiatori d’affari, alcuni asset di hotel potrebbero essere sottostimati e offrire ora buona opportunità di investimento. Sia investitori retail sia investitori istituzionali continuano a dimostrare un forte interesse negli asset residenziali e in particolare nel b0uil-to-rent (BTR) in aree urbane.

Entrando nel quarto semestre, Colliers prevede che i mercati rimarranno attivi, con gli investitori che guarderanno con attenzione a eventuali impennate dei casi COVID nei mesi invernali. Inoltre, nei radar degli investimenti ci sarà il risultato delle negoziazioni di coalizione nei Paesi in cui si sono svolte recentemente le elezioni, come la Germania e la Repubblica Ceca, in mezzo al crescente controllo degli investimenti nel mercato residenziale in città come Berlino.

Indipendentemente dai trend di breve periodo, ci si aspetta che l’opinione generale resti positiva con l’arrivo del nuovo anno. “Gli investitori credono evidentemente che sia girata la sorte”, afferma Richard Divall, Direttore | Cross Border Capital Markets. “Stanno adattando le loro strategie per un ritorno a una sana crescita economica e per un focus sullo sviluppo sostenibile, che modellerà i mercati immobiliari regionali in meglio negli anni a venire”.

Il mercato britannico resta attivo nonostante un leggero calo

Circa 11 miliardi di sterline sono stati investiti nel settore immobiliare in Gran Bretagna nel terzo trimestre, una crescita del 10% rispetto allo stesso trimestre del 2020 – anche se questo dato era ancora sotto la media trimestrale dei cinque anni di circa il 25%, e anche sotto i 16 miliardi di sterline investiti nel secondo trimestre. Piuttosto che a debolezze di base, il rallentamento è stato attribuito a fattori stagionali come le vacanze estive scolastiche, insieme alle restrizioni ai viaggi in corso e alla “pingdemic” legata al sistema di COVID track-and-trace adottato dal Paese.

Il megadeal di Allianz mostra la continua attrazione del centro finanziario della Germania

L’acquisizione di Allianz della Tower 1 di FOUR a Francoforte per circa 1,4 miliardi di euro rappresenta la più grande transazione single-asset in Germania nel 2021 finora. Gli uffici non hanno competizione con l’asset class dominante nelle economie principali europee, rappresentando il 50% di tutte le operazioni.  Gli asset retail sono rimasti molto indietro, con il 16% di quota di mercato.

Gli investitori affollano gli hub regionali in Francia

Le città francesi stanno vedendo un grande aumento di capitali negli asset di logistica e commerciali, con una forte presenza di investitori stranieri. Mentre i volumi generali di transazioni nel terzo trimestre sono in calo rispetto all’anno scorso, il numero di transazioni ha mostrato una diminuzione minore poiché il mercato si è rifocalizzato su accordi più ridotti, in particolare nella fascia tra i 50 e 100 milioni di euro.

La logistica domina in Italia

Gli accordi di logistica rappresentano circa il 50% del volume di investimento trimestrale in Italia – un nuovo record di mercato, che riflette le nuove realtà commerciali post-pandemiche di delivery on demand. Gli investitori stranieri hanno dominato il mercato italiano nell’anno in corso, rappresentando il 74% del volume totale. "La domanda per l'e-commerce ha portato i deal nella logistica ad ammontare a circa il 50% del volume d'investimento del trimestre in Italia - un nuovo record per il mercato. Nel prossimo periodo gli investitori continueranno a dare la priorità a questi asset e i prezzi aumenteranno di conseguenza", dichiara Silvio Sancilio, Head of Capital Markets in Colliers Italia.

Corsa per gli hotel in Spagna

Con la revoca delle restrizioni di viaggio in Europa, gli investitori si sono resi conto che alcuni asset alberghieri potrebbero essere sottostimati. In Spagna, il terzo trimestre ha visto una competizione frenetica per aggiudicarsi una fetta del settore alberghiero poiché con la ripresa dei viaggi i turisti sono tornati sulle spiagge spagnole, con volumi di investimento che hanno raggiunto 1,2 miliardi di euro. Anche gli alternative asset stanno attirando l’attenzione in Spagna, con gli investitori sempre più interessati ai data center e alle case di cura residenziali.


Related Experts

Silvio Sancilio

Head of Capital Markets

Milan

Silvio Sancilio heads the Capital Markets division for Colliers Italia and leads a team of professionals specialised in the Office, Living, Logistics, Hotel and Retail Asset Classes.

As a professional with over 15 years of experience in real estate, Silvio has consolidated experience in both the national and international real estate sector, having held important roles in Unicredit, where he managed a portfolio of over € 10 billion in 19 countries, and JLL Italia, where he headed the Office Capital Markets department. Over the years, he has worked on real estate transactions amounting to over € 8 billion, with particular mention going to the acquisition of Immobilien Holding in Austria and Monte Rosa 91, the sale of Melchiorre Gioia 22 and Torre Velasca in Milan and the “I Tolentini” complex in Rome.

Silvio Sancilio has a Degree in Architectural Engineering, followed by an MBA obtained in Italy and the United States.

Scopri l'esperto

Simone Roberti

Head of Research

Milan

Simone, as Head of Research in Italy, analyses the Italian real estate market in order to support the different business lines. The aim is to support the clients' choices in their investment and disposal decisions through data, analysis and forecasts.

Moreover, various market reports are realised on the different products, asset classes and locations, also in collaboration with the other Colliers research departments.

Finally, Simone is a member of the “Performance Measurement & Benchmarking” INREV Committee since January 2016.

Scopri l'esperto